LA PRIMA VOLTA

Il primo rapporto sessuale, fino ad alcuni anni fa, avveniva verso l’età adulta; ora con la caduta dei tabù e dei divieti l’età si è notevolmente abbassata, arrivando addirittura alla prima esperienza a 13 anni. E’ un momento di fondamentale importanza per tutti perchè ha considerevoli significati e ripercussioni sulla sessualità formando una sorta di imprinting.

Quello che i ragazzi oggi intendono come” prima volta”, viene identificato solo nel coito vero e proprio e nella perdita di verginita’. In realtà, cio’ che i corsi di educazione sessuale insegnano è avvicinare ragazzi e ragazze al piacere e alla scoperta del proprio corpo, in modo che il significato biologicio e psicologico della prima esperienza sessuale  sia quella di condividere il proprio mondo con quello di altre persone in un’ esperienza di piacere a tanti livelli.

Sono tante le domande, la fantasie, i dubbi che circolano nella testolina di un adolescente riguardo alla sessualita'; ma non solo, anche sensi di colpa, pregiudizi e paure.  Per esempio quella del dolore che si puo’ provare durante e dopo il rapporto sessuale – e spesso l’associazione amore=dolore e’ un connubio che puo’ bloccare non solo fisicamente –  segna un dolore psicologico per l’azione compiuta e per la perdita simbolica conseguita. Ancora oggi la verginita’ e’ considerata puramente biologica: una donna e’ vergine se possiede ancora l’imene non e’ piu’ vergine se l’imene e’ stato lacerato,. Ecco la paura del femminile che richiama il dolore e del maschile di fare del male alla partner. Anche i maschi rivendicano la propria verginita’ biologica, e’ nota l’idea di un frenulo (il filetto), che subirebbe la medesima sorte.

Questi passaggi anatomici sono pieni di timori, ansie da prestazione e fantasie di dolore, ecco perche’ la consulenza sessuale, fatta purtroppo in poche scuole, dovrebbe diventare materia di educazione e di apprendimento. Non solo perche’ le famiglie  sono carenti in queste informazioni ed i ragazzi bramano di sapere e sono lasciati troppo spesso soli nei loro dubbi,  ma anche perchè  l’educazione sessuale insegna il rispetto di se’ e dell’altro quindi un’ educazione al sentimento e all’amore.

Piccoli consigli in pillole:

– pensare alla contraccezione, per non rovinare tutto con ansia e preoccupazioni, dato che si puo’ rimanere incinta anche la prima volta.

– perche’ la prima volta sia soddisfaciente e’ importante arrivarci con gradualita’, imparare il linguaggio del corpo, scoprire i punti di piacere propri e del partner, senza arrivare per forza al “dunque”. Fondamentale l’eccitazione fisica e mentale, in modo da avere una buona risposta  fisica rendendo piacevole la penetrazione; questo momento puo’ dare luogo ad un leggero dolore, che si avverte poco poco se la donna e’ ben eccitata e lubrificata e puo’ dare nella maggior parte dei casi, la prima volta, una lieve perdita di sangue.  Anche no se l’imene e’ molto elastico.  Un po’ di dolore se siamo in presenza di un imene rigido oppure in presenza di un vaginismo, cioe’ di uno spasmo dei muscoli che circondano la vagina  e rendono impossibile il rapporto.

Fondamentale per tutti e ‘ il desiderio personale, tanto più è  presente, tanto  più è completa la partecipazione mentale e fisica e piu’ il piacere e’ assicurato, anche se per il piacere e’ importante darsi tempo; non tutto viene subito, e come dico alle mie pazienti: “fare l’amore si impara in due e nel tempo”.

Tags:

 

Autore:

Psicologa e consulente sessuologico

Altri articoli di

 

1 Commenti

  1. Melinda scrive:

    16 anni. Mai fatto sesso. Fidanzata con un ragazzo MERAVIGLIOSO. timida e insicura. Considerata carina e invidiabile dalle amiche che però mi prendono in giro xkè ancora vergine. Da una parte ho una gran voglia di unirmi a lui anche in questo senso, ma dall’altra l’insicurezza mi blocca. Il mio ragazzo una volta ha provato a slacciarmi i jeans, mi ha tolto la maglietta e sono rimasta con le mutandine e il reggiseno. Poi però ho deciso che non ero pronta ed è finito tutto con un bacio lento e bello. Ma niente sesso. Ora xò sn pronta, pronta davvero! Sl k cm nn s come fare. In somma, è l’insicurezza. Consigli? Un bacio a tutte. Melinda

Lascia un commento