MILANO & FUORISALONE – Giorno 1

Ieri iniziava ufficialmente il Fuorisalone, dedicato per la maggior parte alle conferenze stampa.
Io, armata di guida, ho cercato comunque di intrufolarmi e curiosare in giro!
L’ora non era delle migliori perchè ho iniziato il mio giro verso le 18:00, quando c’è la massima affluenza vuoi per l’arrivo di tutti quelli che di giorno lavorano, vuoi perchè iniziano gli aperitivi un po’ dappertutto nei vari spazi espositivi che richiamano grandi flussi di affamati ed assetati (me compresa ovviamente).

Il mio giro inizia in zona Tortona e tutto andrebbe a meraviglia se, proprio perchè iniziano gli aperitivi offerti e perchè ieri era dedicato alla stampa, non ci fossero buttafuori ovunque. Questi energumeni che ti fanno la radiografia appena ti appresti ad entrare per vedere se hai inviti in mano e quindi sei il benvenuto, oppure vuoi solo fare il furbo (io), non si fanno certo corrompere. In ogni caso riesco ad entrare (solo grazie alla compagnia giusta, cioè quella con l’invito) nello spazio Lavazza, in Via Tortona 32.

Ingresso Lavazza

Ingresso Lavazza

Già all’ingresso siamo avvolti dal profumo di caffè e ce lo ritroviamo fin sotto i piedi in un lungo tappeto di chicchi su cui è delizioso camminare (da provare anche a casa per tutti i curiosi). Lavazza presenta la nuova macchina per il caffè ed intitola l’evento con “Lavazza design machines” dove, oltre alle nuove macchine che ruotano su una ruota come quella di “Ok! il prezzo è giusto”, è stata allestita una mostra che perimetra il locale con le macchine che hanno fatto la storia di Lavazza.

Le nuove macchine Lavazza

Le nuove macchine Lavazza

Cenni storici Lavazza

Cenni storici Lavazza

Da Lavazza ci spostiamo per via Tortona guardando velocemente i vari spazi, proviamo ad entrare a Superstudio Più ma è già chiuso l’ingresso, quindi ci dirigiamo da Illy issimo, che a sua volta sta chiudendo. Ritornerò! Vicino ad Illy issimo c’è Mooi, che corriamo a visitare perchè ancora aperto. Fuori è stato allestito un giardinetto con tanto di funghi e fiori finti per ambientare delle sedute classiche in stile moderno (piuttosto dure per il fondoschiena…in ogni caso non abbiamo tempo per sederci).

Mooi

Mooi

Entriamo e, colta dalla fretta di vedere il più possibile prima che ci mandassero fuori, mi sono scordata di leggere cosa fosse quello che vedevo e chi stesse esponendo, quindi ora vi metterò le foto di parte dell’allestimento interno senza didascalie e voi potrete indovinare chi sono i designer!

img_0089 img_0091

Da Zona Tortona prendiamo la metro e dopo vari cambi arriviamo in un’altra zona calda di Milano: quella di San Babila e Porta Venezia, in direzione Via Turati per vedere l’allestimento di Kartell (The invisible).

Allestimento&sedute Tokujin Yoshioka

Allestimento&sedute Tokujin Yoshioka

Le vetrine sono decorate da reticolati trasparenti di grande effetto scenico, tra cui ci sono posizionate delle sedute trasparenti che però sono ancora prototipi non in vendita. Al piano di sotto trovo una bellissima collezione di ballerine e non, in PVC, dai colori fluo e dall’aspetto invitante (il prezzo un po’ meno).

Ballerine Kartell

Ballerine Kartell

Una volta usciti andiamo verso via Monte Napoleone, addobbata da enormi paralumi di lino sulle tinte del verde e del blu, che abbelliscono la via in tutta la sua lunghezza.

Via Monte Napoleone

Via Monte Napoleone

Ultima tappa: Driade, in cui espongono in “La fabbrica dei sogni” designers come Novembre, Olivares, Ludovica+Roberto Palomba,…

Proprio la nuova seduta di Fabio Novembre si fa notare già in entrata, per le sue dimensioni e per la sua forma a viso-maschera (Novembre che già ci aveva “deliziato” con un’altra seduta modellata con il sedere di sua moglie…).

img_0097

Tags:

 

Autore:

Designer laureata al Politecnico di Milano, con una passione per la grafica, la fotografia, la video art e l'illustrazione.

Altri articoli di

 

2 Commenti

  1. dani scrive:

    Grande Camilla! aspetto con ansia le nuove puntate. ti seguo sempre nei tuoi pezzi che ormai sono diventati un appuntamento da non perdere!

  2. camilla mendini scrive:

    Grazie dani,
    vi terrò aggiornati con altre puntate del Fuorisalone.
    a presto!

Lascia un commento