MILANO & FUORISALONE – Giorno 2

Ho voluto dedicare il secondo giorno di Fuorisalone all’esplorazione di tre zone di Milano:

1- Brera ( il cosiddeto Brera Design District)

2- Isola (Distretto Isola Design)

3- Zona Tortona

Partiamo verso metà mattina carichi di buone speranze  di vedere qualcosa di nuovo e ci dirigiamo nel cuore di Brera.

In questo quartiere gli showroom si susseguono senza fine e non sorprende che quest’anno anche Brera abbia voluto la sua parte al Fuorisalone.

La prima tappa è Nodus, azienda che produce tappeti contemporanei, il cui allestimento era molto scenografico perchè immerso nel buio con degli spot che illuminavano la superficie dei tappeti appesi alle pareti, con tanto di salottino composto da cuscini e tappeti che però si può solo guardare perchè è transennato (mi chiedo ancora il perchè).

img_0102

Nodus

Nodus

Nodus

Ci spostiamo in altri showroom e, tra bagni, cucine, tessuti e cermiche giungiamo in Moscova dove visitiamo una coloratissima esposizione di Alessandro Mendini per Flaminia, con cui ha iniziato una collaborazione con lo sgabello Rocchetto ed una decorazione per il lavabo di Giulio Cappellini, Monowash. Mendini è presente anche a Superstudio Più, con il Piatto del Cuore (progetto lanciato da Ceramica Flaminia che coinvolge anche molti altri designer come Krizia, Novembre, Cappellini, Navone,…).

Ci spostiamo quindi ad Isola con la voglia di scoprire un altro nuovo quartiere insignito della targa “distretto del design“. Prima di andare mi ero informata su cosa ci offriva Isola e sapevo che il filo rosso dei laboratori, degli eventi e delle mostre era il design sostenibile. Una volta arrivati ci troviamo in strade deserte (va bene, è ora di pranzo, saranno tutti a mangiare) e cominciamo a cercare dove poter andare per vedere qualcosa, ma girando in lungo ed in largo troviamo solo indicazioni per bar, librerie, … che si definiscono laboratori di design. Chiediamo in giro ma nessuno sa niente. Decisamente delusi seguiamo allora i palloni trasparenti che dovrebbero indicare i luoghi di fermento…ma non riusciamo a trovare un allestimento.

Palloni del Distretto Isola Design

Palloni del Distretto Isola Design

La nostra delusione lascia spazio al sarcasmo e ci porta ad osservare meglio quei palloni che indicano il Distretto Isola Design: dentro la scritta è stata incollata (storta) su un cartoncino verde (il tutto ricorda molto una farmacia)…e ce ne andiamo via rincuorati pensando che se queste sono le indicazioni del nuovo quariere del design, probabilmente non ci siamo persi un granchè.

(Per il dovere di cronaca devo dire che sono tornata in Isola la sera seguente in occasione dell’inaugurazione di Designersblock nello spazio Revel 3. Qui esponevano 40 artisti di Londra che invece valeva proprio la pena di videre!)

Particolare di divano - Designersblock

Particolare di divano - Designersblock

La terza zona visitata sucessivamente è stata Zona Tortona che abbiamo visitato piuttosto bene e che ha il suo fulcro nel Superstudio. Questo è diviso in tre edifici diversi: Superstudio Più, dove è stato allestito il Temporary Museum for New Design, che comprendeva i progetti dei grandi designer ed architetti di fama internazionale.

Ingresso di Superstudio Più

Ingresso di Superstudio Più

Superstudio Più

Superstudio Più

Superstudio Più

Superstudio Più

Alcantara - Superstuido Più

Alcantara - Superstuido Più

Il secondo spazio di Superstudio è il “Face to Superstudio Più” ed ospita Innovation-Imagination, percorso tra mostre ed sposizioni di artisti e designer nascenti.

Installazione a Innovation-Imagination

Installazione a Innovation-Imagination

L’ultima parte è invece Superstudio 13, dedicato alla “Home and Spa Design“.

Sempre in Via Tortona c’è anche lo spazio di Illy issimo, dove ho trovato una radio molto carina, che si accende alzando la copertura, cambia stazione ruotandola e si spegne riabbassandola.

Radio - Illy issimo

Radio - Illy issimo

Altro prodotto degno di nota visto in via Tortona (Spazio Tortona) è l’ombrello Senz° pensato per le tempeste e testato nella galleria del vento.

Galleria che è stata riprodotta in piccolo anche nello Spazio Tortona, in modo che i visitatori possano testare questo ombrello indistruttibile.

Ombrello Senz°

Ombrello Senz°

Tags:

 

Autore:

Designer laureata al Politecnico di Milano, con una passione per la grafica, la fotografia, la video art e l'illustrazione.

Altri articoli di

 

2 Commenti

  1. damss scrive:

    Molto interessanti le tue relazioni che colgono le tendenze della moda e del design.
    Devo dire che Milano si sa esprimere al meglio in questo contesto.
    Ciao
    DAMSS

  2. camilla mendini scrive:

    Grazie damss,
    sì, milano offre moltissime occasioni per entrare in contatto con le nuove tendenze e personalità del design e della moda…una vera scorpacciata per gli occhi (e per la mente!)

    a presto!

Lascia un commento