APRE IL SALONE DEL LIBRO: CULTURA E TANTA FANTASIA A TORINO

Apre oggi a Torino il Salone del Libro, la fiera dedicata all’editoria e alla letteratura più famosa d’Italia. Anche quest’anno, non manca nulla che abbia a che fare con la carta stampata: più di mille espositori, grandi nomi e piccole case editrici fianco a fianco e, soprattutto, tante storie sotto forma di romanzi, racconti, poesie e fumetti.

Lo scrittore Gianrico Carofiglio

Ma non consideratelo un mero contenitore di libri: ciò che accadrà al Lingotto Fiere fino a lunedì 14 è un vero e proprio festival culturale a tutto tondo, dove anche la musica e le nuove tecnologie (con il programma Primavera Digitale) trovano notevole spazio tra un incontro e l’altro con scrittori, blogger e artisti di tutti i generi. Perché il bello del Salone del Libro è che qui la letteratura non è statica e silenziosa ma si muove e si relaziona con il pubblico tramite le personalità internazionali più famose del settore, come lo scrittore marocchino Tahar Jen Belloun (che parlerà della Primavera Araba), l’americana Elizabeth Strout e il grande Luis Sepúlveda, che ritorna con un nuovissimo libro di racconti. I protagonisti, però, sono ovviamente gli scrittori nazionali, come Gianrico Carofiglio (che corre per il Premio Strega), e sono moltissimi quelli impegnati in conferenze e incontri col pubblico sui temi più rilevanti del momento: Claudio Magris parlerà di come nascono i libri e Baricco della sua carriera da scrittore mentre Pietro Grasso e Gherardo Colombo si occuperanno rispettivamente di mafia e giustizia, senza dimenticare Ezio Mauro e Gustavo Zagrebelsky che dialogano sul futuro della democrazia. Naturalmente gli appuntamenti oltre a quelli qui elencati sono tantissimi, come pure tante sono le ricorrenze che si ricordano, tra cui la recente scomparsa di Carlo Fruttero e il centenario dalla nascita di Giulio Einaudi, fondatore dell’omonima casa editrice.

La parte più interessante di questo 25° Salone del Libro, però, è sicuramente quello che viene chiamato il Fuorisalone, una naturale ed interessante propagazione dell’evento oltre le mura della zona di fiera verso i quartieri di Torino. Sono ben 5 le circoscrizioni coinvolte che vedranno i propri teatri, le scuole e le strade letteralmente invase da scrittori e appuntamenti letterari di reading, spettacoli, laboratori per bambini, proiezioni di film e concerti – tutto rigorosamente gratis, per permettere a tutti di partecipare e di lasciarsi conquistare dall’affascinante mondo della lett(erat)ura.

Tags:

 

Autore:

Altri articoli di

 

0 Commenti

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento