CORSO DI TINTURA: GIACCA BOLLITA IN BRODO D’EUCALIPTO

Lo scorso weekend, con Susanna e un manipolo di altre appassionate di feltro, ci siamo ritrovate a Biella per Feltrosa, l’incontro tra feltrai di tutto il mondo, organizzato dall’ Associazione culturale Coordinamento tessitori di Firenze.

Abbiamo partecipato a un laboratorio di 2 giorni, tenuto da Irit Dulman, una straordinaria artista israeliana che negli ultimi anni si è specializzata nella tintura naturale del feltro, l’eco print, in particolare con l’eucalipto, pianta che abbonda alle sue latitudini.

Eravamo circa una decina di allieve iscritte al suo corso. Il progetto era quello di realizzare prima una giacca in garza e feltro e succesivamente tingerla con il metodo dell’eco print.

Per chi non conoscesse il processo che porta ad ottenere un oggetto o un capo di abbigliamento in feltro, ve lo descriverò a grandi linee: si stendono dei sottili “ciuffi ” di fiocchi di lana prima in orizzontale, poi si ricoprono questi con altri  “ciuffi ” stesi in verticale, si bagna con acqua calda e sapone di marsiglia e si massaggia  fino a ottenere un infeltrimento del lavoro (questo a grandissime linee).

Quindi  ecco la nostra ricetta per tingere la giacca!

Per una persona:

  • 200 gr. di lana merinos extrafine bianca
  • 4 metri di garza di cotone
  • sapone di marsiglia
  • acqua calda
  • aceto
  • foglie e fiori di eucalipto
  • olio di gomito, un pizzico di pazienza e molto entusiasmo

1) Stendere la garza e successivamente la lana in fiocchi. Procedere come al solito e formare la giacca.

2) Preparare una grossa pentola con fogli e rami spezzati di eucalipto, coprire con acqua e un poco di aceto. Portare a bollore.

3) Nel frattempo decorare la giacca appoggiando sopra in maniera “artistica” le foglie e le bacche di eucalipto.

4) Arrotolare strettamente la giacca e fermarla molto stretta con degli elastici e dello spago. Far bollire per almeno 3 ore. “Scolare” e ammirare il lavoro ottenuto.

Indossare a volontà!

Tags:

 

Autore:

Altri articoli di

 

8 Commenti

  1. Susanna Piras scrive:

    Esperienza entusiasmante, felice di averla condivisa con te, cara Marina.

  2. Gifelt scrive:

    Ottima ricetta Marina! (ti ho trovata finalmente!) Io ho provato con una copertina ma non mi veniva fuori niente, poi finalmente ho capito: forse hai sbagliato un dosaggio “un pizzico di pazienza”, a me ce n’è voluto 1Kg e mezzo!

  3. Ginny Huber scrive:

    Che bello avere questa recetta! Grazie!! Dopo il laboratorio di Irit ho una camicia bella ma non ha scritto niente per provare ancora recrearla!

  4. carolina riboldi scrive:

    magia!

  5. Ingrid Kassler scrive:

    I cannot speak one word of Italian, but I understand this article and the directions. Please contribute more like this for those of us who love your style!

  6. Marina Tavella scrive:

    Grazie a tutte dei gentili commenti!
    Thank you Ingrid, I really appreciate your comment. I have a profile on WindowOnWeb (http://www.windowonweb.com/professional.asp?idPro=45) where I have posted some of my works.
    I hope you will enjoy them.

  7. […] Per un tocco in più, scoprite come si può tinteggiarla con l’eucalipto! […]

  8. ruth baumer scrive:

    Ho cercato la ricetta per sapere quante ore fare bollire il tutto. Ma che sorpfesa aver trovato tutti voi uniti coma a Feltrosa 2012. Un caro saluto infeltrito e un grande complimento per la descrizzione Ruth Bauer

Lascia un commento