MUSICA A 360 GRADI PER IL SOLSTIZIO D’ESTATE!

Cosa c’è di più bello che festeggiare l’inizio dell’estate con la musica? È questo che devono aver pensato i promotori della Festa della Musica il 21 giugno di trent’anni fa, quando la Francia ha dato il via a questa che potremmo definire una moderna manifestazione popolare. Da allora, ogni anno, l’Europa saluta il solstizio d’estate con un turbinio di concerti, esibizioni e jam session più o meno istituzionali e conosciuti. Perché il bello di questa giornata è proprio il suo spirito libero: infatti non ci sono solo concerti di orchestre e spettacoli in grande ma tutti (proprio tutti) sono invitati a partecipare nel loro piccolo suonando e cantando per le strade, le piazze e altri spazi pubblici, senza nessun limite all’espressività.

Il tutto è coordinato dall‘Associazione italiana per la promozione della Festa della Musica, che si occupa dell’aspetto della comunicazione, dell’organizzazione e anche produzione di feste istituzionali come quella di Senigallia e Napoli. Il tutto, però, sempre in nome dello stare assieme e del divertimento a suon di musica, qualunque essa sia e chiunque siano i musicisti. Ed in questo è davvero una festa popolare, nata dal bisogno delle persone di condividere il proprio spazio cittadino, il proprio tempo e le proprie capacità nell’arte più effimera ma, forse, più affascinante di tutte: la musica.

Quindi oggi, dopo il lavoro o dopo la spiaggia (se siete già, beati voi, in vacanza), fate un salto sul sito italiano della Fête de la Musique e controllate se dalle vostre parti ci sono concerti in piazza o nei teatri attorno a voi. E se non trovate nulla, non disperate: andando a zonzo per le vie più nascoste, potreste trovare musicisti sconosciuti pronti a far scoprire alle vostre orecchie strumenti insoliti e atmosfere nuove… cosa aspettate a lasciarvi conquistare?

Tags:

 

Autore:

redazione di siamodonne.it

Altri articoli di

 

0 Commenti

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento