L’OSPITALITÀ È CONOSCENZA E LIBERTÀ

L’ospitalità: le chiavi allo “straniero”!

È tempo di vacanze. Si viaggia, s’incontrano o si va a casa di amici. Si frequentano luoghi mai visti o si ritorna in quelli familiari. Si ospita nei luoghi da noi abitati gli affetti, persone sconosciute o conosciute da poco.

Cosa significa ospitare? Jaques Derrida, nel suo “Sull’ospitalità”, lo dice con una frase: “È come se – scrive – lo straniero tenesse le chiavi”. Accudire le chiavi di qualcuno o consegnare le proprie sono gesti di grande fiducia e di responsabilità. Vivere la città, la nazione come spazio aperto e non come luoghi in nostro possesso, permette di vivere “lo straniero” come valore aggiunto, in quanto portatore di differenze. E ogni forma di differenza non disturba, ma libera, emancipa.

L’ospite, nel doppio significato di chi ospita e di chi è ospitato, è colui che accoglie e che viene accolto. Anche l’ospitante, infatti, riceve l’ospitalità: dalla propria casa! Perciò, nemmeno la casa è posseduta da chi ospita. Esiste, infatti, uno spossessamento originario che vive l’accoglienza non come azione generosa nei confronti dell’altro, ma come gesto intrinseco nelle radici dell’essere umano.

Come si può parlare e pensare, quindi, alla città, alla nazione, alla terra come proprie? La proprietà che risponde al rispetto di regole di costume, a quello della legge e dei confini, non è, forse, causa di aberranti violenze?

L’ospitalità, nel suo essere infinita, è un benvenuto rivolto all’altro che porta con sé dissonanze lontane. Lo “straniero” rimane tale senza essere escluso: resta dentro, oltre la soglia, presso di me, in una dimora aperta che non rivendica possesso.

Tags:

 

Autore:

Faccio la pedagogista e mi occupo, grazie alla consulenza pedagogica, di “grandi” e “piccoli”; perché tutti siamo educabili. Mi sto dedicando, anche, alla Pedagogia scolastica e alla Pedagogia dell’invecchiamento cerebrale, attraverso consulenze domiciliari atte ad affrontare situazioni vissute come problemi. Mi piace pensare che, nella vita, non esistono ostacoli ma sfide. V'invito a visitare il mio blog, cliccando su Agorà.

Altri articoli di

 

0 Commenti

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento